Scarica il bollino, simbolo dell’iniziativa. Il cuore con la goccia č diventato ormai l’icona per la diffusione della cultura del risparmio della risorsa idrica. Si tratta di un messaggio dai forti contenuti educativi e didattici. Il logo č giŕ  stato proposto a numerosi enti pubblici, che sono stati resi diretti protagonisti della diffusione del messaggio.

Ma č e resta a disposizione di tutti: insegnanti, educatori in genere, volenterosi cittadini, che, dal computer di casa, possono diventare protagonisti dell’informazione e della cultura del risparmio idrico.


      

 



I compiti del Commissario delegato sono indicati nelle ordinanze che regolano l'attività della Struttura.

In particolar modo spetta all'Ufficio:

a) realizzare i 9 interventi prioritari e strategici previsti nell'Accordo di Programma Quadro (APQ) risorse idriche stipulato il 5.10.2001 e successive modifiche;

b) realizzare i 19 interventi elencati nella tabella 2 allegata relativi a tutti i settori del comparto idrico: potabile, irriguo e industriale;

c) realizzare i tre interventi di cui alla tabella 2 bis;

d) accelerare l'attuazione del programma straordinario di interventi programmati dalle precedenti gestioni commissariali di cui alla tabella "A" ordinanza 3052/2000;

e) operare in sinergia con gli Enti gestori per mettere in efficienza le dighe siciliane;

f) realizzare le opere necessarie all'utilizzo dell'invaso Rosamarina per l'approvvigionamento idropotabile della città di Palermo e dei Comuni della fascia costiera della provincia di Palermo;

g) attivare interventi ritenuti necessari al superamento dello stato di emergenza;

h) individuare ed acquisire nuove fonti di approvvigionamento idrico, ed attuare gli interventi necessari alla loro utilizzazione;

i) adottare ogni iniziativa finalizzata al razionale uso della risorsa idrica, nonché alla piena operatività degli ambiti territoriali ottimali (ATO), ponendo in essere, gli interventi sostitutivi in luogo dei soggetti inadempienti, e avviare il governo unitario della risorsa idrica e della gestione ordinaria del servizio di approvvigionamento per i diversi usi: potabile, irriguo ed industriale;

l) adottare misure necessarie per superare la situazione di emergenza, cagionata dalla grave siccità, che ha compromesso le riserve vegetative, ed ha determinato ingenti danni all'intero settore zootecnico in tutto il territorio della regione siciliana;

m) rideterminare, per le finalità strettamente necessarie al superamento dell’emergenza idrica, le linee di programmazione delle iniziative e degli interventi da attuare nella Regione siciliana, sulla base delle esigenze già prospettatesi durante il corso della gestione commissariale, ed azionare le procedure funzionali alla realizzazione delle opere così individuate;

n) predisporre ,ove occorra, la progettazione delle opere e delle infrastrutture necessarie al superamento dell’emergenza idrica nel territorio regionale o attraverso le professionalità tecniche presenti nella struttura commissariale, o mediante la stipula di convenzioni con soggetti esterni alla struttura commissariale, in deroga alla disciplina vigente;

o) utilizzare le risorse finanziarie in disponibilità anche per iniziative, strettamente correlate al superamento dello stato di emergenza, pertinenti al settore irriguo, industriale e zootecnico;

p) assicurare, nelle more del superamento dello stato di emergenza, un’azione unitaria in materia di distribuzione di risorse idriche nei settori idropotabile, agricolo ed industriale interessati alla fruizione ed adottare le decisioni necessarie, urgenti ed indifferibili alla distribuzione medesima.